Salento: Grande Successo per “La FIERA del CARO ESTINTO”

ALL’EVENTO FUNERARIO OLTRE 50 ESPOSITORI E PIU’ DI 10 MILA PARTECIPANTI

Ha riscontrato un grande successo la prima Fiera d’Eccellenza del settore funerario che si è tenuta in Puglia dal 15 al 17 dicembre 2017.

Il quartiere fieristico di Miggiano, in provincia di Lecce, ha ospitato circa 50 espositori in una Fiera dedicata al caro estinto e a tutto ciò che ruota attorno al mondo dei funerali: fiori, bare, agenzie, carri, servizi cimiteriali, arredi,..

Sin dalla nascita della FIA (Funerary International Association)”, fanno sapere Marco Russo, Mattia Calabrese, Antonio Orsi e Giorgio Carluccio, in prima linea nell’organizzazione dell’evento, “abbiamo sempre desiderato un ritrovo che funga da catalizzatore per espositori dell’arte funeraria, cimiteriale, floreale e le agenzie funebri che ogni giorno si trovano ad accogliere e vivere i loro clienti sul campo, creando così una sinergia vincente per entrambi le parti”.

L’Expo ha riunito presso il quartiere fieristico di Miggiano, espositori (leader del settore) ed agenzie funebri da tutta Europa per un viaggio attraverso l’esposizione delle ultime novità, gare di saldatura, dimostrazioni, per rafforzare così le relazioni tra fornitori e agenzie, e vivere questo rapporto con una filosofia di collaborazione vincente.

 All’evento funerario erano attesi oltre 50 espositori e più di diecimila partecipanti.

La sola esposizione funeraria, secondo gli organizzatori non sarebbe bastata:  “per questo abbiamo inserito alcune competizioni per rendere la fiera più interattiva”.

Una delle attività è proprio la gara di saldatura della cassa di zinco. Per il vincitore previsto un premio a sorpresa. I singoli partecipanti potranno dimostrare la loro bravura nella saldatura a caldo di cofani funebri.

Prevista anche una dimostrazione di vestizione della salma. Il servizio di vestizione salme rappresenta il cuore del servizio funerario offerta dall’agenzia di pompe funebri.

La vestizione della salma”, sottolineano gli organizzatori, “rappresenta un momento delicato e intenso, la fase di preparazione fra il trapasso, l’abbandono delle spoglie terrene, e la preparazione all’ultimo saluto dei congiunti. Essere attenti ai dettagli in questo compito delicato può fare la differenza oggi”.

Attesa anche una dimostrazione di Tanatoestetica. Il servizio di tanatoestetica riguarda la pulizia, la toelettatura e la vestizione della salma.

L’obiettivo è quello di consegnare ai parenti il corpo del loro caro senza le offese della morte: pulito, ben vestito, ricomposto (e in taluni casi anche parzialmente ricostruito, come nel caso di incidenti stradali). Tale servizio, secondo la Fia, “è molto apprezzato dalla parentela del defunto”.

Fia Expo si è tenuta in tre giorni ricchi di esposizione delle novità dei leader del settore funerario italiano nel quartiere fieristico di Miggiano.

Ogni giornata si è composta da presentazioni professionali da parte di brillanti aziende italiane che trattano articoli come cofani funerari, autofunebri, fotoceramiche, urne, arredi funebri, attrezzature, articoli cimiteriali e articoli floreali.

La fiera è stata progettata per “accompagnare il visitatore in un viaggio passo-passo attraverso ogni punto essenziale di un funerale: dalla vestizione della salma, alla sistemazione nel cofano e relativa saldatura, al trasporto del defunto durante la cerimonia e l’addobbo floreale”. (da ilgallo.it)

La Funerary International Association con sede legale a Putignano (l’atto costitutivo è di settembre 2017) e che ha una pagina Facebook che vanta  già oltre 17mila like, ha dichiarato: “L’obiettivo è dare un vero volto alle imprese funebri, chiedendo al governo di formare un albo professionale e di toglierci dalla categoria di commercianti o artigiani”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *